venerdì 30 ottobre 2015

Castagnata 1 Novembre 2015 - 4° Festa nel Parco Valle Cosia - PVC

Domenica 1° novembre presso la radura del Ponte dei Bottini (lungo l'ex linea del tram), il Comune di Tavernerio organizza una castagnata volta a valorizzare il Parco della Valle del Cosia.
Dalle 11.30 sarà disponibile un'area ristoro con piatti tipici e saranno presenti alcune attività, per lo più rivolte ai più piccoli.

Domenica 1 Novembre presso la radura del Ponte dei Bottini (lungo l'ex linea del tram), il comune di Tavernerio,organizza una CASTAGNATA volta a valorizzare il Parco della Valle del Cosia.

Dalle 11.30 sarà disponibile un'area ristoro con piatti tipici (Polenta e Cassouela) e saranno presenti alcune attività, per lo più rivolte ai più piccoli, organizzate dall'Ass. Magolibero Tavernerio e dalla Croce Rossa Italiana - Comitato Locale di Lipomo, mentre l'Ass. Raggi di Luce allestirà un mostra fotografica.
In caso di maltempo la manifestazione sarà rinviata a Domenica 8 novembre.

In collaborazione con La città possibile como, Pro Loco Tavernerio, Magolibero Tavernerio, Ass. Genitori di Ponzate, Ami-Ki, Ass. Raggi di Luce, Croce Rossa Italiana - Comitato Locale di Lipomo, La Birreria di Como a Camnago Volta, Istituto San Vincenzo di Erba e Albese, Apicoltura Biologica Maurizio Gallo, Az.agricola La Mora di Rossini Davide.

Una delle novità dell'edizione 2015 sarà il Laboratorio sensoriale "al buio ...scopriamo il Parco della Valle del Cosia" organizzato in collaborazione con l'Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti di Como.

Non MANCARE!


martedì 17 marzo 2015

a breve la posa di segnaletica sentieristica ed arredi/giochi in legno

Nell'ambito delle iniziative di valorizzazione del bacino della bassa valle del Cosia che la nostra associazione sta promuovendo da ormai 20 anni, come ad esempio la promozione del recupero della linea del tram e del rifacimento del ponte dei Bottini,  la pulizia di alcuni sentieri con il coinvolgimento di altre associazioni, la presentazione di osservazioni ai piani urbanistici finalizzate alla tutela dell'area della valle del Cosia fino alla creazione di un Parco Locale di Interesse Sovraccomunale (PLIS).
Vista l'attività già svolta dall'Istituto Agro-Ambientale San Vincenzo di Albese con Cassano anche mediante convenzione stipulata negli anni scorsi con il Comune di Como per la manutenzione del verde lungo la linea del tram. 
Grazie al Bando Cariplo 2013 – Scuola 21: “il torrente Cosia, filo conduttore della biodiversità tra natura e uomo” (pratica n. 2013-0547), che ha finanziato l'attività dell'istituto, in sinergia con la città possibile, in merito al progetto “Un mondo biodiverso” durante il quale gli studenti sono stati portati a scoprire la ricca biodiversità presente lungo la Valle del Cosia. 
Considerato che nella prima parte del progetto è stata studiata la biodiversità presente nella Valle del Cosia mirando, attraverso un rinnovamento didattico-disciplinare, a stimolare lo studio esperienziale unito a un’azione partecipata degli studenti per conoscere più a fondo la storia del territorio locale; mentre nella seconda parte del progetto previsto dal Bando Cariplo – Scuola 21 (a.s. 2014/2015) si vuole portare un contributo concreto alla valorizzazione del territorio per conservarne la complessità del paesaggio visto come insieme di ecosistemi differenti al fine di cogliere la diversità nella diversità.
La segnaletica proposta è conforme a quanto previsto dalla Deliberazione della Giunta Regionale della Lombardia del 16 aprile 2004 – N. 7/17173 “Determinazione delle caratteristiche della segnaletica nelle aree protette regionali” ed i tracciati proposti sono già indicati nel Piano dei Servizi del PGT vigente del Comune di Como.   
L'installazione di tale segnaletica, avrebbe il positivo effetto di diffondere la positiva presenza di utenti del comparto per attività ricreative in aree a rischio di abbandono e degrado, determinando una sorta di dissuasione degli stessi dal compiere atti dannosi o irrispettosi dell'area stessa, nonché di presidio dal basso e mantenimento dei sentieri liberi da vegetazione invasiva.
Infatti nei prossimi giorni verrà richiesta l'autorizzazione alla messa in opera, di segnaletica sentieristica  in nostro possesso ad indicazione dei sentieri esistenti nell'area della valle del Cosia.
Gli stessi saranno posati in modo gratuito con il nostro supporto, presumibilmente nella prossima primavera su paline esistenti o nuove di tipologia coerente ove non presenti, con la collaborazione dell'Istituto Professionale per i Servizi all’Agricoltura “San Vincenzo” di Albese con Cassano, all'interno della propria attività didattica prevista dal progetto.

Inoltre, grazie al gruppo Scout Agesci Como 45 di Camerlata, verranno realizzati inoltre alcuni arredi o giochi in legno che miglioreranno ulteriormente la vivibilità del Parco;
sì sì del Parco, ...perchè per noi, nell'attesa che sia riconosciuto PLIS, è già Parco!

da La Provincia di Como del 15 marco 2015

martedì 29 ottobre 2013

2° Festa del Parco della Valle del Cosia - 1° Novembre 2013


Al Ponte dei Bottini il 1° Novembre
per visualizzare la locandina clicca quì

COME RAGGIUNGERE LA RADURA DEL PONTE DEI BOTTINI

DA TAERNERIO:
percorrere via 1° Maggio e via Raffaello.
Imboccare a piedi la Linea del Tram.

DA COMO:
raggiungere Camnago Volta, anche con bus Linea 4 e percorrere la Linea del Tram. accesso dalla chiesa, dalla Tomba di Volta o da Campora.

D PONZATE, SOLZAGO, LORA E LIPOMO:
attraverso i sentieri che permettono di raggiungere la Linea del Tram

https://maps.google.it/maps/ms?msid=200131209093763241508.000001130598bc7c40553&msa=0

evento Facebook: 

mercoledì 20 marzo 2013

Parco della Valle del Cosia: costituito il gruppo di lavoro


Primi passi verso la costituzione del parco locale della valle del Cosia: nei giorni scorsi si è tenuto un incontro tra politici e funzionari dei Comuni interessati e dell’amministrazione provinciale, che ha dato il via all’iter.
Entro un mese dovrà essere definito il perimetro del futuro parco e le forme di gestione. 
L’area interesserà quattro Comuni (Como, Tavernerio, Albese con Cassano e Albavilla): in totale si tratta di 187 ettari di aree verdi, 12 chilometri di sentieri e 8 chilometri di corsi d’acqua, lungo l’alveo del Cosia.

tratto dal notiziario ufficiale del Comune di Como (link): 
Mercoledì 13 marzo 2013, l’assessore all’Urbanistica del Comune di Como Lorenzo Spallino e il dirigente dell’area Governo del Territorio, l’architetto Giuseppe Cosenza, hanno incontrato presso la Provincia di Como il dottor Antonio Endrizzi e il dottor Marco Cantini, funzionari del settore Territorio dell’amministrazione provinciale. Sul tavolo il riconoscimento da parte di Villa Saporiti e la conseguente istituzione del Plis della Valle del Cosia, ossia del parco locale di interesse sovracomunale in corrispondenza della valle del torrente Cosia. All’incontro erano presenti anche il sindaco di Albese, Alberto Gaffuri e il dottor Giacomo Tettamanti e l’architetto Antonio Luongo per il comune di Tavernerio. Tutti d’accordo di procedere con l’istituzione del Plis, è stato costituito un gruppo di lavoro che entro un mese predisporrà la documentazione riguardante il perimetro, la forma di gestione e gli obiettivi per la valorizzazione del parco. Assente per precedenti impegni, il comune di Albavilla ha assicurato la partecipazione al gruppo di lavoro. La valle del Cosia, percorsa dall’omonimo torrente, comprende 187 ettari di aree verdi, 12 chilometri di sentieri e 8 chilometri di corsi d’acqua e vanta notevole pregio a livello paesaggistico, naturalistico, geologico, storico e culturale. La sua porzione più prossima alla città di Como confina direttamente con il Comune di Tavernerio, ente con il quale lo scorso 12 gennaio è stata siglata una lettera di intenti finalizzata appunto all’istituzione del Plis. Tra i principali promotori del Parco figura l’associazione La Città Possibile, da anni impegnata nella valorizzazione e promozione della valle, nel recupero della linea del tram come percorso ciclopedonale e nella realizzazione del Ponte dei Bottini (ultimato nel 2002). “Con l’incontro di questa mattina - spiega Spallino - è stato istituito un tavolo di lavoro che porterà alla formalizzazione della richiesta da sottoporre all’amministrazione provinciale, l’ente che, per legge, è chiamato a deliberare l’istituzione del PLIS. Stiamo lavorando tutti nella stessa direzione e adesso è  davvero venuto il momento di passare dalle parole ai fatti”.

martedì 29 gennaio 2013

P.V.C. ... CI SIAMO QUASI !

Sabato 12 gennaio 2013 il Sindaco del Comune di Como, Mario Lucini ed il Sindaco del Comune di Tavernerio, Rossella Radice, officiante Beppe Reynaud, presidente de La Città Possibile, si sono incontrati alla radura del Ponte dei Bottini e hanno siglato una lettera di intenti finalizzata alla istituzione di un parco locale di interesse sovracomunale (PLIS) in corrispondenza della valle del torrente Cosia, alla presenza di alcuni membri delle rispettive giunte, tra i quali Lorenzo Spallino(Assessore al Comune di Como - urbanistica e edilizia privata, SUAP ex art. 5 d.p.r. 447/1998, sistema informativo territoriale, informatizzazione, portale web, digitalizzazione e statistica)
Ecco il documento sottoscritto:

LETTERA D’INTENTI
TRA
COMUNE DI COMO E COMUNE DI TAVERNERIO
OGGETTO: ISTITUZIONE DI UN PARCO LOCALE DI INTERESSE SOVRACOMUNALE IN CORRISPONDENZA
DELLA VALLE DEL TORRENTE COSIA

Premesso che:

-la Valle del Torrente Cosia compresa negli ambiti territoriali dei comuni di Como,Tavernerio, Albese con Cassano ed Albavilla, costituisce un ambito orografico di notevole valenza paesaggistica, ambientale, naturalistica, geologica, storica e culturale;

-per la sua posizione la Valle del Cosia ha un potenziale ruolo di cerniera nel sistema delle aree protette della cintura urbana;

-per la valorizzare le risorse territoriali che necessitano forme di gestione e tutela di tipo sovra comunale la legge n.86 del 30 novembre 1983, “Piano regionale delle aree protette. Norme per l’istituzione e la gestione delle riserve, dei parchi e dei monumenti naturali nonché delle aree di particolare rilevanza naturale e ambientale”, art.34, come modificata dalla L.R. n.41 del 23 dicembre 2007, “Criteri per l’esercizio da parte delle Province della delega di funzioni in materia di Parchi locali di Interesse Sovracomunale”, nei termini seguenti:

Essi rivestono una grande importanza strategica nella politica di tutela e riqualificazione del territorio; infatti s’inquadrano come elementi di connessione e integrazione tra il sistema del verde urbano e quello delle aree protette di interesse regionale e permettono la tutela di aree vaste aree a vocazione agricola, il recupero di aree degradate urbane, la conservazione delle biodiversità, la creazione di corridoi ecologici e la valorizzazione del paesaggio tradizionale. Nella fascia montana del territorio regionale l’istituzione dei PLIS costituisce inoltre un’occasione per conservare e
valorizzare aree di riconosciuto valore ambientale e naturalistico. L’istituzione di un PLIS è diretta espressione della volontà locale, che si concretizza nella definizione degli obiettivi di tutela, valorizzazione e riequilibrio territoriale, nonché nella perimetrazione dell’area destinata a parco all’interno dello strumento di pianificazione urbanistica dei Comuni interessati e nella definizione della forma di gestione;

-che l’Associazione “la città possibile Como” ha promosso e conseguito il recupero della linea del tram come percorso ciclopedonale, la costruzione del Ponte dei Bottini, nonché azioni culturali, operative ed istituzionali finalizzate al riconoscimento di un Parco Locale di Interesse Sovracomunale nel territorio della valle del Cosia tra Como e Tavernerio.

Consideratoche allo stato attuale i Comuni di Como e Tavernerio hanno formalmente manifestato la volontà di addivenire congiuntamente alla istituzione del PLIS attraverso:
-la delibera di Consiglio Comunale n.25 del 7 giugno 2010, P.G. 31073 del 21 giugno 2010 del Comune di Como, che si allega;
-la delibera di Consiglio Comunale n.8 del 23 marzo 2011 del Comune di Tavernerio, che si allega.

Con la presente le rispettive Amministrazioni Comunali, nella Persona del Sindaco di Tavernerio, Dott.sa Rossella Radice e nella persona del Sindaco di Como, Dott. Mario Lucini:
  • rinnovano il proprio impegno, formalizzato attraverso le determinazioni citate, alla istituzione del Parco Locale di Interesse Sovracomunale della Valle del Cosia;
  • si impegnano a dare mandato agli uffici comunali competenti, d’intesa con la Provincia e con l‘associazione La Città Possibile, di procedere agli approfondimenti necessari a individuare, con riferimento al bacino imbrifero del torrente Cosia, il perimetro delle aree destinate a PLIS, nel contempo definendo di comune accordo gli obiettivi e le azioni di tutela, valorizzazione, riequilibrio e promozione del parco, da recepirsi in specifiche disposizioni attuative ad integrazione delle disposizioni vigenti nei rispettivi strumenti urbanistici;
  • si impegnano a dare altresì mandato agli uffici comunali competenti di predisporre congiuntamente un’apposita bozza di convenzione che determini le modalità di gestione del PLIS;
  • si impegnano a sottoporre ai rispettivi organi comunali, nelle successive fasi e terminati gli approfondimenti di cui sopra, le proposte di formali determinazioni necessarie all’istituzione, al mantenimento ed alla gestione del Parco Locale di Interesse Sovracomunale ed al conseguente riconoscimento da parte della Provincia di Como.
Como/Tavernerio
Valle del Cosia, 12 gennaio 2013

Per il Comune di Tavernerio: Rossella Radice
Per il comune di Como: Mario Lucini